Benvenuti

Questo sito è dedicato all’intervento di restauro dello scheletro di Mammuthus meridionalis “vestinus”ed al riallestimento multimediale della sala che lo ospita, nel Bastione Est del Forte Spagnolo a L’Aquila, grazie alla generosa donazione della Guardia di Finanza.

L’importante reperto, uno fra gli esemplari più completi rinvenuti in Europa, fu scavato e recuperato nel 1954 in una cava di argilla a circa 15 chilometri da L’Aquila in località Madonna della Strada nel Comune di Scoppito. Databile intorno ad un milione e trecentomila anni fa (Pleistocene inferiore), lo scheletro appartiene ad un esemplare di maschio adulto alto 4 metri al garrese e lungo 7 metri dalla punta della zanna all’estremità della coda. Dal 1958 lo scheletro, montato in posizione di vita, è conservato nel bastione Est del Forte Spagnolo. L’attuale restauro costituisce il terzo intervento conservativo del reperto.